Assistenza Domiciliare Educativa

Il servizio di Assistenza domiciliare educativa ha lo scopo di garantire un complesso di interventi volti a mantenere e sostenere il minore in età scolare con problemi relazionali, di socializzazione e comportamentali, all’interno del proprio contesto quotidiano qualora versi in situazione di media o lieve disabilità e/o manifesti elementi di possibile rischio di emarginazione.

Il Servizio è finalizzato a rafforzare i legami del minore nel sistema delle relazioni significative per la sua vita (famiglia, scuola, gruppo dei pari) e al contempo di fornire, al minore e alla sua famiglia un’opportunità di crescita sociale.

In particolare il servizio si pone l’obiettivo di:

  •  accompagnare e aiutare il minore nella sua crescita psicofisica;
  • accrescere le sue capacità di relazionarsi e contrastare il rischio di emarginazione;
  • stimolare il raggiungimento e mantenimento dell’autonomia personale e sociale;
  • sviluppare le potenzialità dell’utente/cliente e del suo nucleo familiare;
  • sostenere la famiglia nel carico educativo assistenziale;
  • assicurare interventi di sostengo alle funzioni genitoriali (anche attraverso colloqui, incontri, titoli sociali..)

Le prestazioni previste dal Servizio sono principalmente le seguenti:

  • interventi educativi personalizzati;
  • realizzazione di attività che consentono una migliore fruizione del tempo libero, migliori relazioni sociali, un adeguato sviluppo delle abilità funzionali;
  • supporto socio-psico-pedagogico al minore e al relativo nucleo familiare.

Il servizio deve prevedere almeno un accesso domiciliare a settimana per almeno 1 ora. Il servizio di sostegno educativo territoriale o domiciliare è assicurato da psicologi, pedagogisti, educatori professionali, assistenti sociali.

Al Servizio si accede liberamente tramite il Segretariato sociale del Comune o dell’Ambito Sociale di residenza del richiedente o tramite la Porta Unica d’Accesso (PUA).

In caso di accreditamento del servizio la tariffa è stabilita dal Piano Sociale Regionale vigente e posta a carico del Comune e/o dell’Ambito Sociale ed, eventualmente, dagli utenti.